Tacchetti a spillo

27ª giornata di campionato

di Silvia Alù e Martina Di Matteo 11 marzo 2014Commenti

Stiamo facendo penitenza e ci stiamo fustigando in ginocchio sui ceci per aver mancato le ultime due settimane di campionato e per questa pubblicazione ritardataria.

Le nostre attenzioni intanto si stanno spostando, la situazione in Italia sta cambiando: La Grande Bellezza ha vinto l’Oscar, Papa Francesco e Putin sono candidati al premio Nobel per la Pace, al Grande Fratello c’è una senza un braccio che dicono pure che sia una figa, ma soprattutto è diventato Presidente del Consiglio lui, Renzi! Per questo motivo abbiamo capito che dobbiamo puntare tutto su una nuova donna, una donna con un cuore d’oro, e che donna… bella, dolce, simpatica, intelligente… ma soprattutto una donna di cuore, come potremmo dire, generosa, Agnese. Lei sarà la nostra sorellona, quella che ti copre quando devi dire le bugie alla mamma, quella che ti presta i soldi per la droga, quella che ti porta in discoteca. Lei sarà il nostro mito e il nostro esempio da seguire. Soprattutto dopo che oggi abbiamo appreso che la famiglia Berlusconi ha intenzione di vendere il Milan, iniziamo a temere per le nostre finanze.

Cara Agnese,

se ci accetterai nella tua famiglia noi puliremo, stireremo, ti aiuteremo a portare fuori il cane (tu che cane hai? È più carino di Dudù?), faremo tutto per te. Ti preghiamo adottaci.

Con amorevole affetto e stima

Silvia e Martina

Catania – Cagliari
risultato 1-1

Il Cagliari arriva in Sicilia con una violenza tale che sembra non si renda conto di stare giocando contro un morto che cammina. Migliori in campo i Andujar e Abramov che movimentano la partita con delle belle parate. Fatto sta che comunque per tutto il primo tempo nessuna delle due squadre riesce a segnare. Al 53’ Vecino segna per il Cagliari e al 62’ Bergessio segna su una punizione di Lodi. In tutto questo Avelar sta con le palle un sacco girate, non  ci è dato saperne il perché, forse si era giocato la vittoria del Catania, continua a malmenare tutti finchè non si fa assegnare un bel cartellino rosso che lo spedisce fuori dal campo lasciando la sua squadra in inferiorità numerica. Il Catania a sto punto un po’ ci credo di poter fare finalmente 3 punti. Ma nonostante tutto non ci riesce.

Napoli – Roma
risultato 1-0
Noi amiamo il Napoli, ma diciamocelo, questa partita non meritava proprio di vincerla. La Roma domina con numerosi tiri in porta dei suoi migliori e peggiori giocatori. Alla fine però all’81’ riesce a segnare di testa Callejon su cross di Insigne. Il Napoli si porta a casa un risultato non particolarmente meritato e la Roma dimostra che alla fine è necessaria anche una buona dose di culo oltre che una buona squadra.

Juventus – Fiorentina (Antonio Sunseri)
risultato 1-0
Allo Juventus Stadium ancora la stiamo aspettando…..la Fiorentina.
La viola credo che sia ancora a Firenze in attesa del pullman.
Se non altro a Torino non l’abbiamo vista, onestamente non credo che quegli undici ragazzini vestiti di viola fossero la Fiorentina.
Si è giocato ad una porta sola, e la Juventus avrebbe potuto vincere 7 a 0.
Vince 1-0 con un gol straordinario di Asamoah, gol alla Del Piero….simile al gol che Pinturicchio segnò nella stagione 95/96 in Coppa dei Campioni contro il Borussia Dortmund.
Squadra straordinaria la Juventus che porta a casa la partita e lo scudetto.
#laserieaèsololajuventus

Parma – Verona (Antonio Sunseri)
risultato: 2-0
Era la sfida Champions.
La sfida tra le due squadre rivelazioni del Campionato.
Incredibile ma vero in questo campionato Parma – Verona è la sfida Champions.
La vince il Parma con una bella prestazione, un superlativo Cassano ed un pizzico di fortuna.
Il Verona gioca bene e rischia anche di fare risultato ad inizio partita.
Le due squadre non deludono, meritano entrambe di andare in Champions più di Roma, Napoli, Milan, Inter e Fiorentina.
#parmaeveronainchampions

Inter – Torino (Simone Giuffrida)
risultato 1-0
L’inter sembra aver lasciato alle spalle il momento terribile e prova adesso a riprendersi. Dopo un misero pareggio con il Cagliari arriva la vittoria casalinga (non sia mai con qualche gol di scarto ma di misura) contro un modesto Torino, pietoso il primo tempo dei granata. Gran gol di Palacio che, in realtà, voleva forse fare la sponda di testa al centro mentre ha beccato l’incrocio. Hernanes ha dato un minimo di ordine al centrocampo.

Sampdoria – Livorno (Simone Giuffrida)
risultato 4-2
Il primo tempo dimostra come il Livorno abbia grandi chance di salvezza, una squadra ostica che riesce, dominando, a portarsi sullo 0-2 con una doppietta del redivivo Mbaye, orgoglioso di non aver sbagliato porta. Il secondo tempo dimostra invece come, probabilmente, il Livorno tornerà in serie B l’anno prossimo e di come Ceccherini abbia invece sbagliato porta (su assist di Mbaye). Una debacle rara da vedere. Nella ripresa la Sampdoria rifila 4 gol al Livorno (due autoreti, la prima imbarazzante, poi Krsticic e Gabbiadini) e ne limita i sogni.

comments powered by Disqus