Peak & Weak

Collezione primavera-estate: alcune indie-release più attese dei prossimi mesi

di Fabrizio Puleo 28 aprile 2014Commenti

É in arrivo la stagione piú calda, non solo dal punto di vista meteorologico, ma anche per le release piú attese del panorama indie internazionale. Eccovi, dunque, alcune segnalazioni per non perdervi nel mare delle prossime uscite discografiche previste per i prossimi mesi.

Esce giá domani, 29 aprile, l’atteso primo album da solista di Damon Albarn, giá leader storico di progetti alternativi quali Blur, Gorillaz e Damon-albarn-everyday-robotsThe Good The Bad & The Queen. L’album si chiamerá “Everyday Robots” ed é giá stato anticipato dai primi interessantissimi singoli “Everyday Robots” e “Lonely Press Play”. Tra le collaborazioni di lusso quelle di Brian Eno e Bat For Lashes. Siamo sicuri che sará una delle pubblicazioni piú incisive dell’anno, e lo dimostrano giá le prime recensioni piú che positive che circolano sul web.

Merita sicuramente attenzione anche il nuovo lavoro della bella Li Lykke Timotej Svensson Zachrisson (semplicemente conosciuta come Lykke Li). Si tratta del terzo album per la poliedrica cantautrice svedese, che mescola con molta maestria indie-pop, elettronica e soul. La pubblicazione si chiamerá “I Never Learn”, in uscita il 2 maggio, ed é stata anticipata dall’ottimo singolo “No rest for the wicked”.

Quando si parla dei Coldplay la critica si divide tra detrattori e profondi estimatori della band inglese. Ai piú non é andata a genio la virata mainstream e pop-oriented attuata da Chris Martin & soci negli ultimi anni. Proprio nelle prossime settimane (20 maggio) uscirá il sesto album del gruppo “Ghost Stories” e giá si parla di un ritorno alle origini, con un sound che (per la nostra gioia) si rifará alle sonoritá di “Parachutes” (2000) e “A rush of blood to the head” (2002). Il singolo “Magic” ed alcuni brani giá filtrati in rete sembrano in linea con questa tesi. Speriamo bene.Turn-Blue

Discorso in parte quasi analogo puó essere riferito  agli americani The Black Keys, che ultimamente hanno provato a rendersi piú accessibili musicalmente, allargando incredibilmente la giá folta schiera di sostenitori. Il duo dell’Ohio, formato da Patrick Carney e Dan Auerbach, grazie agli ultimi lavori, ha infatti addolcito il loro potente blues rock con melodie piú orecchiabili, ritornelli irresistibili e piú radio-friendly.  Adesso stanno per pubblicare il loro ottavo album, “Turn Blue” (13 maggio), prodotto in collaborazione con Danger Mouse, che sembra seguire la scia intrapresa nel precedente “El Camino” (2011) con un sound che strizza l’occhio al garage rock piú attuale e a tratti danzereccio (vedi Arctic Monkeys o Franz Ferdinand). Anticipato dal singolo “Fever”.

Infine, il prossimo 5 maggio uscirá “Luminous”, quarto album degli inglesi The Horrors, che forse sancirá la definitiva consacrazione per la band guidata da Faris Badwan. E in effetti ci si aspetta tanto da loro, dopo il precedente e bellissimo “Skying” (2011). La piacevole neo-punk-psichedelia proposta dai ragazzi di Southend-on-Sea, siamo sicuri rappresenterá una delle piú interessanti release della stagione.

comments powered by Disqus