Maschere a nudo

Maschera handmade in 5 step

di Al Folo
Commenti
Hype
N.2 del 30.10.2013
Share to Facebook Share to Twitter More...

Ed eccoci ad un tutorial su come crearsi una maschera in lattice in casa.
Che sia per Halloween, carnevale, una rapina in banca o come vogliate, seguite questi semplici passi et voilà, eccovi una maschera tutta vostra!
Io di solito scarabocchio su fogli e stupro le tavolette ottiche, ma ogni tanto mi capita anche di fare certe monnezze come quelle che sto per propinarvi.

Ebbene, se ancora siete sicuri di voler continuare con la lettura (non voglio sentire lamentele, dopo) procedete pure! Uno schiaffo a tutti!

Materiali:

  • Calco della propria testa o una testa di un manichino in polistirolo
  • Plastilina
  • Gesso
  • Lattice liquido
  • Colori acrilici

 Step 1

  • Create il modello in plastilina della maschera che volete creare. Consiglio l’uso di mirette e/o oggetti in casa per dare i dettagli. Non abbiate fretta, è un lavoro che richiederà tempo e pazienza (foto 1, 2, 3, 4, 5).
  •  Curate i dettagli nei particolari. Se qualcosa non vi convince, rifatela finchè vi aggrada, che una volta fatto il calco in gesso non si torna indietro (foto 6, 7, 8, 9).

Step 2

  • Costruite attorno alla maschera delle paratie dalle quali non possa uscire il gesso liquido (utilizzate cartone, mattoncini Duplo o cosa vogliate). Una volta fatto, colateci del gesso liquido (consiglio più passate. La prima più sottile e liquida (affinchè il gesso entri in tutti i dettagli e non formi bolle d’aria), e le restanti più spesse. Personalmente consiglio di fare uno strato di ALMENO 3cm, onde evitare che il gesso di frantumi nell’utilizzo. (foto 10, 11, 12, 13)
  •  Fare lo stesso procedimento anche per il retro della testa (una volta che il gesso frontale si sarà asciugato), spalmando della vasellina sul retro della parte frontale, così da evitare che le due parti di gesso si attacchino fra loro. Anche in questo caso è meglio avere pazienza ed aspettare che le 2 parti di gesso si siano asciugate bene prima di staccarle.

 

Step 3

  • Staccate e pulite dai residui di plastilina le due parti di gesso. Una volta fatto, incollate con colla a caldo o simili le 2 parti, e fissatele con molti giri di scotch da pacchi.
  • Ora preparate in un bicchiere circa 30cl di lattice e versateci un’unghia di colore acrilico a seconda del vostro gusto (questo colorerà il lattice dando alla maschera il colore base su cui lavorerete.)
  • Mescolate per bene finchè il liquido non avrà un colore omogeneo.
  • Quando pronto, versatelo all’interno del calco in gesso e roteatelo prestando attenzione che il liquido copra tutto. A temperatura ambiente ci metterà circa 20/30 minuti ad asciugare. Potete accelerare il processo aiutandovi con un phon da capelli. Ripetete questo passaggio più volte, per raggiungere il livello di spessore della machera desiderato (più spessore = più resistenza e solidità).
  • Continuate a roteare il gesso finchè il lattice non si sarà solidificato. Così facendo eviterete dei fastidiosi grumi ed otterrete omogeneità di spessore.
  • Una volta asciutto, estraetelo con cautela e con un pizzico di talco (questo eviterà alla maschera di incollarsi su se stessa nell’estrazione).
  • Infilatela su una testa di polistirolo o simile e lasciatela respirare per qualche ora. (foto 14)

ATTENZIONE: il lattice viene mantenuto liquido da ammoniaca, quindi sconsiglio di respirarne gli effluvi. In più, il lattice liquido macchia i tessuti senza possibilità di levarlo. Meglio utilizziate indumenti da lavoro.

Step 4

  • Con delle forbici da unghie tagliate tutti gli esuberi di lattice, così come gli occhi,bocca,orecchie e tutto quello di cui non necessitate.
  • Una volta fatto potete procedere con la colorazione.
  • Pennelli, spugne, dita, colorate come e con cosa vogliate. Gli acrilici puri, una volta ascitti,creeranno delle croste che si staccheranno se piegherete la maschera, quindi attenzione! Propongo dei colori a base acquosa, o colori a cera. Colorate come volete e sbizzarritevi. (foto 15, 16)

Step 5

  • Incollate con lattice puro o colla a caldo gli oggetti che volete vedere sulla maschera (in questo caso la parrucca, ma potete metterci quello che volete, ovvio). (foto 17)
  •  Ora potrete lavorarla come più vi pare. In questo esempio ho aggiunto sangue finto alla maschera per darle un effetto marcio. (foto 18)
  •  Infine ho tagliato gli angoli della bocca e li ho ricuciti con dello spago. Ho voluto ricreare l’effetto “usurato” tipico della maschera alla quale mi sono brutalmente ispirato (chi conosce il nome di Shawn Crahan avrà già capito). (foto 19)
  •  Ed eccoci con la maschera finita e pronta per essere indossata. Buon divertimento a tutti.
Foto di Al Folo
comments powered by Disqus